Shakti Mat – Le origini

Le origini del tappetino svedese Shakti Mat

Breve percorso nel mondo e nella storia della medicina e dell’autoguarigione

  • L’agopressione è l’antica via cinese alla guarigione. Risale a 1000 anni fa.
  • In occidente è stata utilizzata da filosofi come Ippocrate.
  • Usata anche dagli yogi indiani (il letto indiano di chiodi).
  • Negli anni ottanta la prima versione moderna del tappetino chiodato appare in Russia e ha un grande impatto sulla salute di molte persone.
  • Nel 2007 viene finalmente creato il tappetino Shakti Mat Original da Om Mokshananda, portando così in occidente la conoscenza del letto indiano di chiodi.

Om Mokshananda, l’ideatore del tappetino svedese Shakti Mat

Om Mokshananda nasce nei boschi della Svezia settentrionale.

Guidato dalla sua passione per la trasformazione e per la guarigione, studia per riscoprire le antiche saggezze che l’uomo moderno ha perso nel cammino della propria evoluzione.

Il suo percorso spirituale lo porta a vivere come monaco nelle montagne himalayane. Dopo profonde esperienze spirituali, Om concepisce l’idea del tappetino Shakti Mat: una fusione di conoscenza yogica antica e scienza moderna.

Shakti Mat è uno strumento che aiuta la guarigione sia del corpo fisico che di quello sottile.

Om, rientrato in Svezia, fonda una società per importare lo Shakti Mat realizzato nella sua fabbrica di Varanasi (India), creando una delle aziende con la crescita più veloce della storia svedese: in due anni l’azienda di famiglia, è passata dalla creazione fino alla presenza nel 10% delle case svedesi, con mezzo milione di Shakti Mat venduti solo nella sola Svezia.

© Shakti Mat: il materiale del presente sito è protetto da Copyright per MPRG SRL 2016 ShaktiMat - All Rights Reserved
MPRG Srl - P.IVA e C.F.: 07095940966 - REA MI - 1935210 [Contatti] - [Privacy Policy] - [Cookies Policy]
Le informazioni fornite su www.shakti-mat.it sono a scopo informativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico o di altri operatori sanitari.
DISCLAIMER MEDICO